Carte prepagate

Le carte prepagate sono sostanzialmente come delle carte di credito, con la differenza che è possibile usarle solo se ci sono soldi depositati su di esse, un po’ come un bancomat. Diciamo, dunque, che si trovano a metà strada tra queste due soluzioni.

Il vantaggio principale delle carte prepagate è quello di poterle usare per prelevare denaro o per fare acquisti su internet senza correre grandi rischi. Dal momento in cui termina la somma di denaro accreditata non è più utilizzabile, non essendo legata a nessun conto corrente. Pertanto, anche in caso di smarrimento o di furto dei dati, il rischio massimo che si corre è quello relativo agli importi accreditati.

Grazie alla presenza delle 16 cifre stampate sul fronte, queste carte possono essere usate anche per fare acquisti in tutta sicurezza su internet, e anzi considerando il vantaggio di non poter mai essere usate per più della somma depositata, ecco che spesso sono proprio le prepagate la soluzione più scelta per acquistare on line; non a caso è uno il modo più facile di pagare per le proprie compere.

Per avere una carta prepagata bisogna fare domanda presso l’istituto di credito che le fornisce: nella maggior parte dei casi è sufficiente presentare un documento di identità (carta di identità o passaporto).

Le carte prepagate possono essere richieste senza problemi anche da chi ha avuto disguidi finanziari in passato ed è stato segnalato come cattivi pagatore o come protestato, per questo motivo sono spesso un’alternativa utile alle carte di credito o di debito.

Tra le più famose ed importanti carte prepagate troviamo indubbiamente la Postepay, che ha anche tra le migliori condizioni in assoluto per quanto riguarda le carte prepagate.

Altre soluzioni la carta prepagata legata al Conto Hype, gestibile completamente online da computer o da app, con in più il vantaggio di poterla bloccare in ogni momento lo si desideri grazie ad un tap sull’app, Genius Card, la prepagata di Unicredit, la UBI Card e la carta ricaricabile gratuita di Unipol Banca.

Da segnalare, infine, la carta prepagata con IBAN, tra le varie segnaliamo la Superflash di Intesa SanPaolo, che permette anche di effettuare o ricevere bonifici e che dunque può essere usata anche per l’accredito dello stipendio.