I prestiti a protestati: alcune precauzioni

Gli individui protestati sono coloro che hanno più difficoltà a ottenere un prestito, dal momento che, dato il loro passato negativo finanziario, non possono garantire in alcun modo alle banche che saranno in grado di saldare completamente il debito. Questa situazione crea disagio sia nella persona alla ricerca di un nuovo finanziamento, che nella banca stessa, che deve potersi tutelare, scegliendo personalmente se proporre o no un prestito a un protestato o cattivo pagatore. Di seguito vedremo alcune precauzioni sui prestiti a protestati e scopriremo come ottenerli senza troppi problemi.

Chi sono i protestati e i cattivi pagatori

Prima di tutto, spieghiamo la differenza tra cattivo pagatore e protestato. Nel primo caso, l’individuo ha mancato qualche rata che ha poi provveduto a saldare in seguito, guadagnandosi (a seconda dei casi) delle segnalazioni che possono rimanere fino a 36 mesi. Nel caso di prestiti a protestati, questi ultimi non sono stati in grado di restituire il denaro, accumulando un certo numero di debiti che li ha portati a essere riconosciuti con questa denominazione per la durata di cinque anni. È sempre possibile rimediare restituendo l’intero debito, cancellando, così, la propria posizione da protestato.

Come tutelarsi

I motivi per cui la maggior parte delle banche o finanziarie non ha intenzione di fornire un prestito a protestati sono ben chiari. Ma, alcune di loro, scelgono comunque di rischiare, richiedendo in cambio maggiori garanzie. Un modo per gli istituti per tutelarsi in caso di mancati pagamenti è rivalersi su un garante oppure su un immobile o un altro bene di valore. Se non si accettano tali condizioni, raramente una banca si offrirà di fornire un finanziamento.

Per quanto riguarda i protestati, anche loro devono stare attenti quando richiedono un nuovo prestito, poiché in giro (soprattutto su internet) sono diffuse truffe di ogni genere. Conviene, principalmente, diffidare da chi offre prestiti con cifre spropositare, a tassi d’interesse bassissimi e senza alcuna richiesta di garanzia. È sempre meglio chiedere informazioni a società serie ed affidarsi a fonti autorevoli, come il sito ProtestatiOnline sui prestiti protestatie cercare delle referenze su internet dell’istituto prima di firmare qualsiasi tipo di contratto.

Infine, il metodo migliore per garantire dei prestiti a protestati è la cessione del quinto, che non necessita di garanzie e porta vantaggi sia alle banche che a chi richiede il finanziamento.